Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (179) – #renzistaisereno. ESCLUSIVO Disastro primarie: e se fosse tutta colpa del nonno?

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

heidi“Mio nonno mi ha insegnato a non aver paura, mio nonno mi ha insegnato a stare dalla parte dei più deboli, mio nonno mi ha insegnato che bisogna studiare perché la scuola è importante, mi ha insegnato il valore del lavoro, mi ha insegnato che bisogna dare tempo alla famiglia, ma mi ha insegnato anche che cresciamo in una comunità e a questa dobbiamo portare il nostro contributo, mio nonno mi ha insegnato a fare la zuppa col pane e il vino, a guidare il trattore, a bluffare a carte.”

Matteo Renzi

Serie “Obbedienza pronta, cieca ed assoluta” in salsa digitale.

Contrordine compagni! La frase di Renzi pubblicata dall'Unità: "Chi attacca le primarie offende la democrazia e il partito, ma le irregolarità sono state efficienti” contiene alcuni errori di stampa, e pertanto va letta: " Chi attacca le primarie offende la democrazia e il partito, ma le irregolarità sono state evidenti ". (12 marzo 2016)

RB Fecit

Articolo inserito in "Diario dai giorni del golpe bianco" (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

il golpe bianco 800.png

Advertisements

info@ipaziabooks.com

2 Comments on Quello che il renzismo non dice (179) – #renzistaisereno. ESCLUSIVO Disastro primarie: e se fosse tutta colpa del nonno?

  1. E’ un caso, in fondo non infrequente, dove entrambe le versioni sono ugualmente vere, seppure contradittorie. Che ci siano state irregolarità è altamente probabile – dico così perché io so solo quel po’ che ho sentito in TV – ma se è vero che Renzi abbia detto che sono state efficienti, questo è vero perché hanno evidenziato un grosso problema della sinistra che non si rende assolutamente conto che non ha numeri a livello elettorale per realizzare un programma diverso.. Faranno solo un bis del fallito D’Alema che ha regalato l’Italia a Berlusconi, e che oggi tenta di fare la parte di Mastella ecc. con Prodi. Stimavo D’Alema come politico fino alla sua presidenza del Consiglio, pur trovando quanto mai inopportuna la sua successione a Prodi (doveva rifiutare e pilotare nuove elezioni per Prodi che allora era l’unica soluzione) dove si è affossato dimostrando una notevole incapacità di governare. La sinistra PD ha persone notevoli ( Fassina, Cuperlo, Civati, Speranza ecc.) ma non sembrano rendersi conto che se hanno ottime osservazioni critiche, i rimedi, almeno io, li vedo poco praticabili e irrealistici. Certo che Renzi potrebbe ascoltarli un po’ di più e si migliorerebbero molte leggi. Ma realisticamente manca il tempo e Renzi è in ritardo – e lo sa – sui suoi programmi. So che abbiamo due visioni diverse della realtà. ma non è un male, anzi.

    Like

    • Ciao Andrea, lieta di sentirti.
      Renzi non ha detto che erano state “efficienti”, ma “evidenti”. La creazione come è scritto è la mia sulla falsariga delle mitiche creazioni del Guareschi contra PCI nella rubrica “Obbedienza pronta cieca ed assoluta” (ne pubblico sotto qualcuna riprendedole da Wikipedia così capisci di cosa si tratta).
      Il post era in generale satirico di malefatte renziste più serie ne ho scritto qui
      https://rinabrundu.com/2016/03/13/quello-che-il-renzismo-non-dice-180-ancora-sulla-scissione-in-seno-al-pd-dalla-censura-del-corriere-allestrincazione-urbi-et-orbi-della-vera-filosofia-politica-renzista/
      Concordo che rivedere tutti quei signori spaventa ma quello che è venuto dopo davvero non lo si sarebbe voluto vedere e prima si cambia pagina meglio è, fermo restando che se passa troppo tempo con la casta asserragliata dietro Renzi, all’insegna del motto “Muoia Sansone con tutti i Filistei”, ci sarà ben poco da cambiare. Sarà andato tutto.
      Tranquillo, non perché sei renzista penserò meno di te (eh eh): e poi sono convinta che “passerà”, è passato il vaiolo, la morte nera, passerà pure il renzismo. Di fatto è questa l’unica certezza che ci dà speranza.
      Buone cose, grazie per i tuoi commenti sul sito sempre interessanti
      RB
      ——

      Le vignette Obbedienza pronta, cieca e assoluta

      Contrordine compagni! La frase pubblicata dall’Unità: “Occorre allattare i fascisti di sinistra perché entrino nel P. C. I.”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “Occorre allettare i fascisti di sinistra perché entrino nel P. C. I.”. (dal Candido, 31 agosto 1947)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Marciare compatti sulla zia della Vittoria”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “Marciare compatti sulla via della Vittoria”. (dal Candido, 28 dicembre 1947)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata nell’Unità: “Niente ci deve essere di comune tra noi e i saragatiani. Spezziamo ogni tegame”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “Spezziamo ogni legame”. (dal Candido, 22 febbraio 1948)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “I compagni che non volano sono traditori”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “I compagni che non votano sono traditori”. (dal Candido, 7 marzo 1948)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Bisogna scendere in piazza con bandiere e porci, alla testa delle masse”, contiene un errore di stampa, e pertanto, spostando una virgola, va letta: “Bisogna scendere in piazza con bandiere, e porci alla testa delle masse”. (dal Candido, 14 marzo 1948)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata nell’Unità: “Il Fronte deve radunare almeno nove milioni di viti”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “Il Fronte deve radunare almeno nove milioni di voti”. (dal Candido, 20 marzo 1948)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata nell’Unità: “Tutti i lavoratori devono essere legati a un unico gatto”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “Tutti i lavoratori devono essere legati a un unico patto”. (dal Candido, 27 marzo 1948)

      Contrordine frontagni! La frase pubblicata nell’Unità: “Tutti i compagni devono portare al callo il fazzoletto con l’effigie di Garibaldi”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “Tutti i compagni devono portare al collo il fazzoletto con l’effigie di Garibaldi”. (dal Candido, 11 aprile 1948)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sul comunicato dell’Unità: “Dopo il comizio si formerà un corteo con la banda in cesta”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “Dopo il comizio si formerà un corteo con la banda in testa”. (dal Candido, 11 aprile 1948, supplemento)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Nella cabina non perdete la cesta e mettete il seno su Garibaldi”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “Nella cabina non perdete la testa e mettete il segno su Garibaldi”. (dal Candido, 18 aprile 1948)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Nell’ora della tempesta è necessario avere l’ammirevole salma del compagno Togliatti”, contiene un errore di stampa, e pertanto va letta: “…è necessario avere l’ammirevole calma del compagno Togliatti”. (dal Candido, 25 aprile 1948)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Bisogna fare opera di rieducazione dei compagni insetti”, contiene un errore di stampa e pertanto va letta: “Bisogna fare opera di rieducazione dei compagni inetti.” (dal Candido, 31 gennaio 1954)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Gli attivisti devono dedicare la gita al partito” contiene un errore di stampa e pertanto va letta: “Gli attivisti devono dedicare la vita al Partito!” (dal Candido, 14 marzo 1954)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Bisogna spiegare ai lavoratori il significato delle manacce governative” contiene un errore di stampa e pertanto va letta: “…Il significato delle minacce governative.” (dal Candido, 28 marzo 1954)

      Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Tutti i compagni devono avere in testa il pitale” contiene un errore di stampa e pertanto va letta: “Tutti i compagni devono avere in testa Il Capitale”. (citato in Eugenio Corti, Il Cavallo Rosso)

      Like

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: