Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

8 marzo 2016 – 2^ Festa dell’Uomo (2nd International Man’s Day): l’assegnazione delle prestigiose Mimose D’Oro 2016 ai cinque (forse sei) uomini più in gamba che nella Storia ce l’hanno fatta nonostante tutto….

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

 

La “volontà di potenza” renzista più che una degna pulsione infinita verso il rinnovamento, pare una sub-categoria delle filosofie motivazionali new-age in virtù delle quali se “thoughts become things” (i pensieri diventano cose) perché le parole non possono diventare fatti? Detto altrimenti, sembrerebbe che sia perfetta convinzione della corte renzista e di Matteo Renzi in particolare, che basti affermare l’essenza della realtà (pardon, di una data realtà, quella di cui sono convinti e di cui intendono convincere il popolo italiano) per definire quest’ultima. Da qui a venirne fuori con le anelanti e usate dichiarazioni che hanno costellato questi ultimi 30 mesi di laissez-faire politico, economico, amministrativo, il passo è breve: “Il Jobs Act è stato un successo”, “L’Expo è stato un successo”, “La Riforma costituzionale cambierà l’Italia”, “L’Italia è ripartita”… e in ultimo proprio l’odierno “Abbiamo dimostrato di non essere il problema”.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

index

Quel grande uomo di Mosé...

Non é facile pensare col cazz... pardon, non è facile essere uomini nella nostra società così ostile, complessa, dove ad ogni angolo di strada Tizio e Caio possono fermarti all’improvviso e pretendere che tu dia una risposta quanto più precisa alla domanda: “Quanto fa 3 X 3?”.

Tre per tre? Come se si potesse perdere tempo a pensare a quanto fa tre per tre quando quei pochi neuroni che pur avevi – erano tuoi, avuti in eredità da un Australopiteco stanco di vivere e felice di estinguersi -, sembrano determinati a sollazzarsi in quella punta più a Sud e non ne vogliono sapere di rioccupare la cavità cranica, le cui ataviche autostrade neuronali si vanno traformando quindi in canyon vuoti, assolati, dove scorazzano jene e oramai rimbombano solo echi di pensieri che avrebbero potuto essere.

Eppure, nonostante questo, nonostante tutto questo, nonostante simili situazioni oggettivamente disagiate – e che di fatto hanno giustificato, l’anno scorso, l’istituzione di questa importantissima festanel corso della nostra Storia alcuni uomini ce l’hanno fatta… hanno saputo fare una differenza! A loro va il nostro plauso e ai cinque più in gamba (forse sei), a parere della nostra insindacabile giuria, va pure la prestigiosa Mimosa D’Oro 2016, riconoscimento già ambitissimo.

Di seguito la lista delle Mimose D’Oro 2016 con la motivazione del premio:

Nr. 5 Mosé

Motivazione: Con un solo bastone in mano riusciva a dividere le acque (anche a romperle), mentre la sera parlava sovente con svariati roveti ardenti anche senza un buon rosso a sollecitare la risposta di quei roveti: c’e l’ha fatta ad evitare il manicomio, straordinario!

Nr. 4 Geppetto

Motivazione: Anticipando di circa un secolo l’ottusa opposizione alfaniana (e sbattendosene ampiamente) ce l’ha fatta a fare un figlio senza ricorrere a l’utero in affitto!! Intelligentissimo!

Nr. 3 Sant’Agostino

Motivazione: “Non può esserci dubbio che è più consono all’ordine della natura che l’uomo domini sulla donna, piuttosto che la donna sull’uomo. Questo è il principio che emerge quando l’apostolo (Paolo) dice, «La testa della donna è l’uomo» e, «Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti». Anche l’apostolo Pietro scrive: «Sara obbediva ad Abramo, chiamandolo padrone»” – Nonostante questa cazzata megagalattica e molte altre simili ce l’ha fatta a farsi passare per teologo, filosofo, santo e a farsi chiamare “Padre della Chiesa”, decisamente più in gamba di Vendola, bravissimo!

Nr. 2 Lo spermatozoo che diventò Mario Adinolfi

Motivazione: “Non mi fido più della scuola pubblica così ho iscritto mia figlia dalle Orsoline… (…)… Certo che le “differenze di genere” non sono uno stereotipo, se vai in una facoltà di ingegneria il 90% degli iscritti sono maschi”. Nonostante questa dichiarazione (e altre simili) del Mario Adinolfi cresciuto e pasciuto, a dispetto di ogni scommessa contraria fu proprio lui a vincere quella concitata corsa stracittadina quaranta anni fa circa: incredibile!

Nr. 1 Matteo Renzi e Angelino Alfano (a pari merito)

Motivazione: Senza avere mai ricevuto alcun mandato popolare, senza una maggioranza dotata di rappresentazione nel Paese, approvando leggi e decreti con cani e porci, facendo e disfando come meglio li pare ce l’hanno fatta a “governare” la nazione: memorabili!

mimose

Rosebud per il sociale.

Chi dice che l’uomo è la brutta copia dell’essere poi creato da una sua costola, offende le brutte copie: digli di smettere!

Rina Brundu Fecit A.D. MMXVI

Advertisements

info@ipaziabooks.com

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: