Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (169) – Per un Eco che va un Renzi resta: “Voglio cambiare l’Europa!”. E sulla prosopopea Peanuts e sfaticata dalla torre eburnea politica.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Image4.pngdi 

Image10

Che passo il passo mediatico! Dopo le agiografie, le lodi spericolate di ieri, pare proprio che a “corpo ancora caldo” Umberto Eco sia già stato fatto Storia dal giornalismo italiano con l’intento, sembrerebbe, di restituire a Cesare ciò che è suo e dunque di lasciare di nuovo le aperture di giornali e telegiornali al faccione tondo e satollo del Premier che arringa il PD: “Voglio cambiare l’Europa!”. C’è da dire che se il lavoro di cambiamento del vecchio continente riesce come quello fatto in Italia allora la scellerata casta politica europea potrà dormire sogni tranquilli, almeno per qualche altro anno ancora….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!

3 Comments on Quello che il renzismo non dice (169) – Per un Eco che va un Renzi resta: “Voglio cambiare l’Europa!”. E sulla prosopopea Peanuts e sfaticata dalla torre eburnea politica.

  1. paologallo // 24 February 2016 at 20:16 //

    I termometri esistono ma, dice mia moglie, da brava mamma, che la temperatura rettale è la più affidabile. Da prof. di storia, mi fido. Resta il problema: chi glielo infila?

    Like

    • Mah, professore, non so… penso che per quanto possa sembrare strano questo particolare termometro lo infileranno dal “di dentro”… tra non molto… posso immaginare…

      Like

  2. paologallo // 24 February 2016 at 21:19 //

    Diventeremo fachiri allora, insieme ai rospi anche i termometri. Ah… benedetto torricelli.

    Like

Comments are closed.