Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (154) – Sulle accuse del PD al M5S dopo il caso Quarto e… dopo il caso Banca Etruria: ma da quale pulpito viene la predica? E sui rolex sauditi messi all’asta dopo la rissa “istituzionale”.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

 

Image4.png

Screenshot dall’odierna home del Corriere

Premesso che “l’incidente” di Quarto e della giunta pentastellata in salsa camorrista è sicuramente grave – e fa bene Saviano a chiedere che la sindaca interessata si dimetta subito, senza se e senza ma – fa davvero sorridere il PD sul piede di guerra contra-Movimento chiedendo “legalità” e le dimissioni di questa prima cittadina. Fa sorridere perché naturalmente si tratta di quel medesimo PD che in questi giorni è occupatissimo da un lato a non affogare nel tanfo e nella merda che il caso Banca Etruria sta facendo emergere, e dall’altro si è chiuso a riccio a difendere l’indifendibile, ovvero lo scranno del ministro Maria Elena Boschi che – se le istituzioni di questo Paese non sono diventate ologrammi deteriorati – era e resta in palese conflitto di interessi….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

 

 

Advertisements