Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

“Con quella mimetica pare Big Jim!” – Dalla Gruber Severgnini in moderata critica renziana, ma Fontana lo sa? E no-selfie con Renzi per la Boschi trattata come gli alluvionati genovesi.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

bigjimIl meglio e il peggio di Renzi: questo era il tema dell’odierna puntata di “Otto e mezzo” (La7). Come era preventivabile il riepilogo del meglio é stato fatto un poco come quei lavori di Superman: alla velocità della luce. Del resto basta un “blink of an eye” per nominare l’elezione del Presidente Mattarella.

Nel mare magnum del peggio 2015 del Matteo Renzi in balìa del suo ego e che sempre Severgnini vede di questi tempi “Nervoso, amareggiato, imbarazzato, anche politicamente incauto come nel caso dell’immotivata sostituzione del nostro ambasciatore in quel di Bruxelles o della presa di posizione contro la Merkel che i tedeschi si legheranno al dito…” (nda: fa impressione sentire un giornalista del Corriere renzista parlare così, raccontare i fatti così come si sono svolti nella realtà, ma Fontana lo sa?), non si può non riportare qui la “perla”- capolavoro renziana delle ultime settimane: no selfie con Matteo per la Boschi dopo lo scandalo Banca Etruria!

Sarà perché così la sua famiglia impara ad avere le mani in pasta nelle banche del feudo toscano così come gli alluvionati genovesi hanno a suo tempo imparato a non farsi alluvionare se vogliono incontrare il Presidente?

Macché! Così Maria Elena impara a non escludere categoricamente nelle interviste la possibilità di diventare Premier… un giorno!

Reporting by Rina Brundu – New Rosebud Times

Advertisements

1 Comment on “Con quella mimetica pare Big Jim!” – Dalla Gruber Severgnini in moderata critica renziana, ma Fontana lo sa? E no-selfie con Renzi per la Boschi trattata come gli alluvionati genovesi.

  1. Qui però non siamo sul Corsera e non dobbiamo rendere conto né all’editore di referimento né a palazzo Chigi per cui bisogna specificare (dovere di cronaca e deontologico) che l’elezione del presidente Mattarella non rientra qua quelle che si potrebbero considerare best practises.

    Per nostra fortuna il presidente Mattarella si rivela ogni giorno che passa un personaggio di diversa tipologia dal suo Grande Elettore, ma certamente non c’é democrazia moderna possibile dove una tal carica possa essere eletta da un singolo uomo, quelle si chiamano dittature(nel nostro caso Homunculus’ Dictatorships).

    Un poco come non ci può essere moderna democrazia in luoghi dove un ministro molto importante della repubblica connesso per vie traverse con uno scandalo economico gravissimo non si dimetta e continui a sorrider gentil farfalletta nei corridoi dei palazzi, ma soprattutto dove un signore mai eletto dal popolo disfa e fa, cambia la costituzione, elargisce prebende e elemosine, continua ad indebitare lo Stato senza che nessuno apparentemente lo controlli, parla ai soldati e rappresenta la patria laddove nessuno mai lo ha mai chiamato a farlo… perché nessuno, neppure un presidente di repubblica, dovrebbe arrogarsi un tal potere…. perché nessuna legge in questo senso dovrebbe permetterlo.

    Meditate gente, meditate, e welcome in the newly founded homunculus dicatorship! A voglia i giornali inernazionali scudisciarci siamo ormai entrati nel girone di quelli senza speranza, questo significava appunto “l’Italia sta ripartendo!”.

Comments are closed.