Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

“Ascoltavo la pioggia” una poesia di Alda Merini

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

DSC00660Ascoltavo la pioggia
domandare al silenzio
quale fragile ardore
sillabava e moriva.

L’infinito tendeva
ori e stralci di rosso
profumando le pietre
di strade lontane.

Mi abitavano i sogni
odorosi di muschio
quando il fiume impetuoso
scompigliava l’oceano.

…Ascoltavo la pioggia…
domandare al silenzio
quanti nastri di strade
annodavano il cuore.

…E la pioggia piangeva…
asciugandosi al vento
sopra tetti spioventi
di desolati paesi.

Tratta da www.aldamerini.it

Advertisements

1 Comment on “Ascoltavo la pioggia” una poesia di Alda Merini

Comments are closed.