PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 10

Ma a cosa servono i direttori Rai? Perché Monica Maggioni non interviene sullo scandalo del fondamentalismo religioso in Rai? Il caso Massimo Giletti che non é Charlie. E NOT IN MY NAME!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

untitleddi Rina Brundu. Massimo Giletti l’ha fatto ancora: tutto pur di fare notizia! L’ultima del nostro “eroe” è stato l’one-man show stile tribuno romano shakesperiano in quel dell’odierna puntata de L’Arena (Rai 1). “Basta con le marce!” ha esortato il rampante conduttore. “Dobbiamo scegliere da che parte stare. Dobbiamo avere il coraggio della nostra identità, del nostro essere cristiani. E io non sono Charlie”.

Che Giletti non sia Charlie l’avevamo capito da un pezzo e questo è senz’altro un problema. Un problema suo però,  senz’altro secondo a quello posto dal suo uso continuato del servizio pubblico finanziato dai contribuenti di uno Stato laico per difendere la sua fede religiosa e per i pseudo-proclami religiosi di dubbio gusto.

Se Giletti non è Charlie, io che ogni anno pago il suo stipendio, ho sicuramente una eredità culturale diversa da quella proposta dal conduttore e ho ogni diritto a vederla rispettata. Di fatto io faccio mia una identità culturale in netta contrapposizione con quella gilettiana, perché sono e mi sento orgogliosamente figlia di chi nei secoli ha combattuto e tutt’oggi combatte (vedi le tematiche quanto mai attuali dei diritti civili dei “diversi”, famiglie di fatto, discriminazioni reiterate e ataviche contro il genere femminile, etc etc etc), il fondamentalismo e l’ignoranza religiosa, la casta ecclesiastica.

Ma perché – visto che Giletti non è nuovo a questo tipo di predicazione via etere – Monica Maggioni non interviene a bloccare cotanta diseducativa esondazione? A che servono altrimenti i direttori Rai?

Che sia ben chiaro: le prediche fondamentaliste di Giletti non sono nel mio nome! NOT IN MY NAME!

2 Comments on Ma a cosa servono i direttori Rai? Perché Monica Maggioni non interviene sullo scandalo del fondamentalismo religioso in Rai? Il caso Massimo Giletti che non é Charlie. E NOT IN MY NAME!

  1. Difficile contenere l’ira e la vergogna: e poi ci chiediamo da dove vengono I problemi. E poi ci chiediamo perché gli altri si comportano diversamente: no, gli altri si comportano esattamente come noi, solo che il campanile é diverso!

  2. Non posso commentare qua sotto: sono ancora furiosa, usando i loro metodi dovrei coniare hic et nunc un motto di scomunica ma sono allergica. Vergogna!

    Ciao

    PS Alla BBC saltava il fossato dopo un solo secondo, ma la Rai non è la BBC e pure questo lo sappiamo….

1 Trackback / Pingback

  1. Ma a cosa servono i direttori Rai? Perché Monica Maggioni non interviene sullo scandalo del fondamentalismo religioso in Rai? Il caso Massimo Giletti che non é Charlie. E NOT IN MY NAME! | Manifesto Web

Comments are closed.