Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (133) – Sull’editto contra talk-show. Se ci tocca difendere Massimo Giannini e Giovanni Floris…

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il colmo è che ci tocca pure difendere Massimo Giannini e Giovanni Floris, o per meglio dire i conduttori dei programmi di approfondimento similpolitico Ballarò (Rai3) e Di Martedì (La 7) – televisionate volgarmente dette talk-shows – indirettamente finiti nella bufera mediatica dopo il j’accuse e il relativo editto renzista. “Too many jokes come to mind” si dice in inglese quando qualcuno è preso alla sprovvista dalle molte battute che gli serve su un piatto d’argento il dato contesto, o l’ideale interlocutore (in questo caso Matteo Renzi), e francamente, nella specialissima occasione, debbo dirlo anche io: too many jokes!….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

3 Comments on Quello che il renzismo non dice (133) – Sull’editto contra talk-show. Se ci tocca difendere Massimo Giannini e Giovanni Floris…

  1. Non lo so, so che siamo messi male, malissimo mentre il mondo, nonostante tutto, corre.

    ps talk-shows!!!, se lo dicessi a Dublino che di questo si occupa il premier non mi crederebbero… un poco come quando un mio ospite irlandese tentava di spiegare ad un altro mio ospite irlandese che nei telegiornali italiani si fanno marchette ai libri e ai concerti musicali e non sapeva come spiegarglielo…. hilarious!!

    Like

  2. No, era inglese ma hai ragione meglio I Simply Red e Vecchioni di tutta questa compagnia. Ciao alla prossima.


    Like

  3. Temo che questo pezzo sia stato censurato dalla longa manus dell’Inquisizione.
    Come direbbe Guareschi “Ambito riconoscimento”.

    Like

Comments are closed.