Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (125) – Dalla ramanzina merkeliana al discorso allegorico al meeting di CL, o della cronica Sindrome della debolezza politica e dirigenziale. Sulle vacanze del sindaco Marino e sugli italiani come Cordelia.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

PERLE DI ROSEBUD – LISTA AGGIORNATA DEI DERETANI INAMOVIBILI

Resistere, resistere, amico mio, con un popolo di pecore la vittoria del lupo non potrà che essere questione di tempo.

(Clicca qui per conoscere tutti i deretani di cui sopra)

Rina Brundu

Ci sono dei momenti in cui si realizza che piaccia o non piaccia il governo della tua nazione è anche il tuo e vederlo fatto oggetto di tanta sufficienza e condiscendenza da parte di un leader politico europeo non è un bene per nessuno. Si resta dunque senza parole davanti al monito merkeliano, post incontro berlinese del direttorio franco-tedesco sui migranti, all’Italia e alla Grecia. L’impressione è che la teutonica Cancelliera in punto di “chiudere” la questione crisi-greca, si sia in qualche modo autoincoronata regina del vecchio continente, dimenticando che la sua gestione di quella particolare crisi è stata tutt’altro che brillante e soprattutto che l’Italia non è la Grecia….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

info@ipaziabooks.com

6 Comments on Quello che il renzismo non dice (125) – Dalla ramanzina merkeliana al discorso allegorico al meeting di CL, o della cronica Sindrome della debolezza politica e dirigenziale. Sulle vacanze del sindaco Marino e sugli italiani come Cordelia.

    • Ti ringrazio Ornella ma francamente lo status quo è tale che il termine appropriato è incazzata nera… E’ assurdo assolutamente assurdo che la politica sia diventata mero carrierismo politico e opportunismo…

      Naturalmente non ho parlato della questione funerale romano perché chiedere le dimissioni di Alfano é come ascoltare il canto del gallo al mattino e se quello manca domandarsi cos’é successo al fattore… ma si potrebbe scrivere un’intera enciclopedia…. sul deprimente status quo…

      Che ogni giorno ti svegli sperando paradossalmente che il pil non aumenti di un esaltante 0,0000000000001 perché altrimenti sono giorni di rottura di balle sulla validità del job acts.
      Beato quell paese che non ha bisogno di fisici teorici per valutare l’incremetno del suo PIL.

      Liked by 1 person

      • grazie del pensiero…cchiù , Albanese mi fa scompisciare…Occhio al fegato e allo stomaco! questi qua ci porteranno al…malox. Oggi ci si è messo anche Saviano con il suo attacco ai “patres” scialacquoni…
        ciao e alla prossima

        Like

  1. Che poi proprio ora la Merkel ci ha dato anche una sonora lezione civile: la Germania ha appena soppresso unilateralmente il trattato di Dublino e sta accoglliendo I migranti…

    l’estremo insulto da quando Arminio fece un sol boccone delle armate del generale Varo a Teutoburgo!!!!

    Like

  2. Con tempi italiani ma ci sono riusciti oggi, finalmente!
    Gentiloni risponde a Merkel, sara’ stato questo pezzo??? Sic.

    http://www.corriere.it/esteri/15_agosto_26/basta-parlare-compiti-casa-l-italia-sta-facendo-suo-dovere-b27d916a-4bb0-11e5-b0ec-4048f87abc66.shtml

    Like

Comments are closed.

%d bloggers like this: