Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Varoufakismachia “Noi di sinistra sappiamo come agire insieme senza curarci dei privilegi della carica”. La traduzione integrale del post con cui Yanis Varoufakis ha rassegnato le dimissioni.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

rain-on-the-liliesNON PIU’ MINISTRO!

Posted on July 6, 2015 by yanisv

Il referendum del 5 luglio resterà nella storia come quel momento unico in cui una piccola nazione europea si è ribellata contro la schiavitù del debito.

Come in tutte le lotte per la democrazia, anche questo storico rifiuto dell’ultimatum del 25 giugno dell’Eurogruppo viene a costare caro. È dunque indispensabile che il grande capitale acquisito dal nostro governo con la splendido voto NO sia investito immediatamente in un SI ad una deliberazione giusta – a un accordo che riguardi la la ristrutturazione del debito, minore austorità, una ridistribuzione della ricchezza in favore dei bisognosi e vere riforme.

Subito dopo l’annuncio dei risultati del referendum, sono stato messo al corrente di una certa preferenza di alcuni membri dell’Eurogruppo, e “partners” di variegata natura, per una mia… “assenza” da quegli incontri; una faccenda che il Primo Ministro ha ritenuto possa essergli potenzialmente d’aiuto nel raggiungere un accordo. Per questo motivo lascio oggi il Ministero delle Finanze.

Considero mio dovere aiutare Alexis Tsipras a sfruttare, come meglio ritiene, il capitale che il popolo greco ci ha conferito con il referendum di ieri.

E porterò con orgoglio il disprezzo dei creditori.

Noi di sinistra sappiamo come agire insieme senza curarci dei privilegi della carica. Tutto il mio sostegno va al Primo Ministro Tsipras, al nuovo Ministro delle Finanze, e al nostro governo.

Lo sforzo sovrumano per onorare il coraggioso popolo della Grecia, e il celeberrimo OXI (NO) che ha regalato ai democratici di tutto il mondo, è solo all’inizio.

—-

Tratto dal blog di Yanis Varoufakis “Yanis Varoufakis – Thoughts for the Post-2008 world”.

Traduzione italiana di Rina Brundu, in Dublino, 06/07/2015

Original version

Minister No More!

The referendum of 5th July will stay in history as a unique moment when a small European nation rose up against debt-bondage.

Like all struggles for democratic rights, so too this historic rejection of the Eurogroup’s 25th June ultimatum comes with a large price tag attached. It is, therefore, essential that the great capital bestowed upon our government by the splendid NO vote be invested immediately into a YES to a proper resolution – to an agreement that involves debt restructuring, less austerity, redistribution in favour of the needy, and real reforms.

Soon after the announcement of the referendum results, I was made aware of a certain preference by some Eurogroup participants, and assorted ‘partners’, for my… ‘absence’ from its meetings; an idea that the Prime Minister judged to be potentially helpful to him in reaching an agreement. For this reason I am leaving the Ministry of Finance today.

I consider it my duty to help Alexis Tsipras exploit, as he sees fit, the capital that the Greek people granted us through yesterday’s referendum.

And I shall wear the creditors’ loathing with pride.

We of the Left know how to act collectively with no care for the privileges of office. I shall support fully Prime Minister Tsipras, the new Minister of Finance, and our government.

The superhuman effort to honour the brave people of Greece, and the famous OXI (NO) that they granted to democrats the world over, is just beginning.

—-

Artwork from the internet, thanks to the author whoever he/she is.
Advertisements