Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Cronaca di un’ordinaria estate di follia: dal fango sulla dignità di Pericle alla disastrosa “finanza” sexy di Yanis Varoufakis. E sullo schiaffo a Renzi di un pessimo “The New York Times”.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

PERLE DI ROSEBUD – LISTA AGGIORNATA DEI DERETANI INAMOVIBILI

Resistere, resistere, amico mio, con un popolo di pecore la vittoria del lupo non potrà che essere questione di tempo.

(Clicca qui per conoscere tutti i deretani di cui sopra)

Rina Brundu

L’articolo, firmato da tal Neil Irwin, è stato pubblicato non appena sono circolati i primi risultati del referendum greco ed è titolato “Now Europe Must Decide Whether to Make an Example of Greece” (Ora l’Europa deve decidere se punire la Grecia in modo esemplare). Un pezzo “ispirato” che tra le altre cose dice chiaro e tondo “Se accetteranno le richieste greche (il soggetto sottinteso è l’Europa, i.e. Francia e Germania), verrà creato un pericoloso precedente per ogni altro Paese che vorrà sfidare le restrizioni imposte dall’Unione Europea. Sarà come dire agli elettori in Portogallo, Spagna e Italia che se fanno abbastanza rumore ed eleggono partiti estremisti anche loro otterranno condizioni migliori”.

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

info@ipaziabooks.com

6 Comments on Cronaca di un’ordinaria estate di follia: dal fango sulla dignità di Pericle alla disastrosa “finanza” sexy di Yanis Varoufakis. E sullo schiaffo a Renzi di un pessimo “The New York Times”.

  1. Grazie Dama con il Cappello. Francamente avevo scommesso che non ci sarebbe stato alcun “like” qua sotto. La verità raramente porta “likes”, mediaticamente rende di più l’usata pratica del dagli contro Tizio e Caio pur di non guardare dentro le magagne di casa.

    Certo però i greci moderni si potevano (e ci potevano) risparmiare questo insulto ai loro grandi padri che tutto avrebbero immaginato tranne di vedere i loro figli impegnati a consultarsi per decidere di non pagare i debiti accumulati dopo avere dissipato a destra e a manca. Nonché a chiedere che siano gli altri a pagarli per loro….

    Like

  2. Juan Prado // 6 July 2015 at 14:55 //

    Ok ditemi di questi soldi dati allegramente dalla banca europea quanti di loro finirono ad alleviare le sofferenze del popolo greco

    Like

    • Quelle, non è azzardato dire, sono altre questioni. Che il sistema sia marcio non ci sono dubbi ma non si cambia il sistema chiedendo agli altri di pagare i nostri debiti, specialmente visto che non si vogliono tassare i gioielli di famiglia (leggasi armatori) e non si diminuiscono le età pensionabili. Si immagini che in Grecia vanno in pensione a 55 anni (???) e anche il medico, il dentista, etc… possono usufruire di questo privilegio… in quanto la loro professione è considerata “professione usurante”…

      Io ho sempre vissuto in Irlanda. Quando ci hanno detto che si sarebbe andati in pensione a 68 anni abbiamo continuato a lavorare e non ci siamo lamentati… Lei crede che adesso mi inchini davanti alla “prova di democrazia” greca? Ho altra etica, grazie tante.

      Ps Mi dica che farebbe lei se suo fratello cointestatario le dicesse che ha deciso di non pagare più il suo muuto e scarica tutto su di lei? Se la prende con la banca o con suo fratello che ha fatto il passo più lungo della gamba? La maturità individuale è il primo gradino di ogni scalino costruito per portare davvero in alto.

      Like

      • Che poi…. il popolo greco, il popolo greco du-palle….. chi crede che abbia fatto quei debiti e di chi crede siano espressione i rappresentanti che hanno firmato???? Le assicuro che gli alieni non c’entrano.

        Like

      • Mariano // 6 July 2015 at 18:07 //

        La leggo, da ignorante, sempre volentieri. Mi chiedo però una cosa: per un mutuo in banca di poche decine di migliaia di euro chiedono a ma ipoteche e garanzie. Ma alla Grecia hanno chiesto solo parole? E poi, ai passati governi? Non possono spalmare il debito su un periodo abbastanza lungo da consentire la ripresa, a patto di serie riforme? In fondo loro pagano per debiti sottoscritti da altri.

        Like

  3. Grazie Mariano per il tempo speso a leggermi. Il tempo che regaliamo agli altri è tutto, dato che è contato per ognuno di noi. Spero naturalmente che non voglia inviarmi una richiesta risarcimento danni, confido nella sua bontà. Non mi preoccuperei neppure “dell’ignoranza”. Sarà che ne ho poche ma personalmente l’ignoranza è l’unica “virtù” di cui non potrei fare senza: è l’unica che mi spinge a darmi da fare ogni giorno per colmarla.

    Non capisco invece perché dice che in fondo i greci “pagano i debiti sottoscritti da altri”… Mica c’eravamo noi quando hanno “imbrogliato” i dati del bilancio per rientrare nei parametri richiesti per entrare nell’Euro… Mica c’eravamo noi quando hanno messo su giochi olimpici faraonici facendo il passo quattro volte più lungo della gamba… Mica siamo noi ad impedire loro di tassare gli armatori (lo sa no che la Grecia ha una flotta tra le più grandi al mondo, proprio perché si è creata sulle facilitazioni ed evasioni fiscali?)… Mica sono io che andrò in pensione a 55 anni come i loro professionisti di ogni settore… etc etc etc…

    E perché scrive “Non possono spalmare il debito su un periodo abbastanza lungo da consentire la ripresa, a patto di serie riforme?”. Lo sa no che Tsipras si è alzato dal tavolo delle trattative quando l’accordo ormai era fattibile e si discuteva di una differenza di soli 50 milioni di Euro? Come saprà inoltre la persona che si è spesa di più (di fatto ponendo a rischio la sua stessa posizione sul fronte interno) per ottenere un accordo è stata proprio la tanta vituperata Merkel….

    Mi permetta: un politico e un modello femminile questa signora come purtroppo noi in Italia non riusciremo ad avere mai. Ecco pure perché non riusciamo a comprendere la differenza che riescono a fare per I loro fortunati paesi questa tipologia di uomini e di donne. Noi abbiamo i Vendola et compagnia, ma la qualità di leadership è cosa altra.

    Grazie ancora, buone vacanze.

    Like

Comments are closed.

%d bloggers like this: