Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (117) – Sulla straordinaria frenata del PD e sull’annunciata futura debacle del partito di Berlinguer senza base.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

Rina Brundu

L’impressione è che se quell’elettorato evidentemente schifato dall’attuale politica fosse andato a votare, il cambiamento sarebbe stato radicale, epocale. L’impressione è che se da qualsiasi parte, sinistra compresa, emergesse un capo carismatico e credibile i giorni del renzismo sarebbero contati in un mese di calendario. La fortuna di Matteo Renzi è proprio questa: nonostante i chiari segni di insofferenza che arrivano forti da ogni angolo di strada, non si è ancora palesato un leader capace di prendere in mano le redini del Paese. Io non credo infatti che questo boss carismatico possa essere quel Matteo Salvini dal taglio ruspante che tutto fa fuorché ispirare fiducia, anche se in un’eventuale sfida a due, con un centro-destra unito intorno al leader leghista, diversamente da ciò che ritengono i fantasmi insofferenti che furono i leader di Area Popolare, non mi stupirei dell’eventuale vittoria di quest’ultimo….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

info@ipaziabooks.com

9 Comments on Quello che il renzismo non dice (117) – Sulla straordinaria frenata del PD e sull’annunciata futura debacle del partito di Berlinguer senza base.

  1. Mi correggo, come si vede sopra il poster è tornato.. ma almeno il leader ha le mani alzate. A meno che ovviamente non stia invitando la redazione a togliersi da quella… posizione… Tutto può essere.

    Like

  2. siete solo dei ratti come i vari Cofferati d’alema bersani civati etc etc gente da cacciare a calci nel didietro

    Like

    • Quando ti senti di prendermi a calci vieni e presentati con nome e cognome.
      Non sei degno neppure di commentare su questo sito e I Cofferati vari mi sa molto che sono amici tuoi. Da queste parti noi abbiamo solo due padrini: la verità e l’onestà e non viviamo di Politica.
      Grazie
      RB

      Like

  3. Canaglie! Da Milano con furore… alla prossima pubblico I dati in visibile… chi commenta qui si deve presentare.

    Like

  4. Ma lasciando perdere le stupidaggini, mi sembra il tutto una tempesta in un bicchier d’acqua. Sono amministrative e la gente ragiona in modo diverso perché ha una ottica diversa. E’ probabile che a Renzi i risultati non dispiacciano affatto. E’ ovvio che finora ha dovuto usare un certo spiacevole bullismo per provare a cambiare le cose, e qualche risultato lo ha ottenuto. Quello che lui ignora – e lo sa – e noi tutti ignoriamo è che nessuno è sicuro della qualità delle medicine escogitate. Certo vi erano e ci sono numerose alternative ma è bene ricordare ciò che avvenne all’asino di Buridano. Per me, non appassionato fan del PD i risultati piacciono molto: tl PD non ha perso il suo ruolo di leader della politica italiana provvisoriamente, ma ha comunque avuto una emorragia forte di voti che costringerà la dirigenza a riflettere e prendere provvedimenti. In secondo luogo da parte sua l’ala sinistra dovrà porsi delle domande: è vero che Renzi ha snaturato il PD, e in tante osservazioni i vari Civati hanno ragione, ma dovranno pensare che finora la sinistra “loro” ha pessimamente governato, e un cambiamento radicale è solo salutare. Certo ignoriamo se il cambiamento va nella direzione giusta, tuttavia è sostenuto dall’Europa che ha pur molti difetti, ma le loro ricette hanno funzionato in paesi come la Germania e altri. Certo occorre liberarsi dal giogo della finanza internazionale e delle multinazionali che hanno moltissimi meriti ma vanno sorvegliate efficacemente e regolamentate. Tanti dicono che noi italiani siamo diversi e queste ricette non vanno bene. Ma dobbiamo piegarci, nei dovuti modi, se non vogliamo essere il fanalino di coda della civiltà occidentale. Nei secoli passati siamo stati leader di questa civiltà occidentale, non possiamo accettare di esserne la coda.

    Like

    • Profitto per scusarmi per il solito teatrino, ma davvero non sopporto questi personaggi che si nascondono dietro un nick, non hanno il coraggio delle loro opinioni, e parlano di chi non conoscono. Naturalmente avrei potuto evitare di pubblicare ma preferisco che passi il messaggio… Se vogliono fare queste cose le facciano sul loro sito o dove viene permesso, qui vige la regole dell’onestà e del coraggio, le uniche virtù di cui mi posso fregiare. Non ho probelmi ad ospitare una agiografia renziana (come si vede pubblico diversi screenshot dal Corriere), ma ci deve essere un nome ed un cognome a corredo.
      ….
      Detto questo, ti ringrazio del commento Andrea.
      Personalmente non ritengo che Renzi abbia nulla a che fare con la sinistra o il PD. Renzi è solo l’elemento che accelererà la fine dei partiti a sinistra (Berlusconi lo ha fatto a destra) e del PD in particolare. Di fatto queste elezioni hanno mostrato un qualcosa che davvero non avevo capito: il PD viene esautorato dall’interno, perde la base, prestissimo sarà un buco con un vuoto intorno… che scomparirà completamente quando arriverà il leader che detronizzerà Renzi. Questo è naturale perché il machiavellismo dice che non appena questa tipologia di “principe” perderà il favore del popolo anche tutta la sua corte gli si rivolterà contro e Machiavelli non ha mai sbagliato.

      Tu dici che Renzi è contento? Io non penso. Di fatto a salvarlo dalla catastrofe totale (un 4 a 3 avrebbe chiamato le elezioni anticipate) è stato De Luca l’impresentabile e anche gli altri governatori del PD non sono proprio renzisti.

      Renzi è assediato e da furbo qual è è volato in Afganistan magari pensando che noi confondiamo l’onore delle nostre forze armate e i sacrifici di guerra dei nostri nonni con le sue sceneggiate… campa cavallo.

      L’unica consolazione è che tutto questo finirà, presto molto presto. Prima di quanto si credeva… Solo quando tutti questi carrozzoni del passato saranno scomparsi si potrà ricominciare. E oggi come oggi c’é un solo movimento che può vantare quell’onestà di fondo, l’M5S. Che sarà anche il primo di tanti altri che in futuro ci salveranno da questa corrutela intorno. Almeno lo speriamo per noi e per il futuro dei nostri figli. Di questo paese che amiamo nonostante tutto e che è stato fatto grande da giganti davanti ai quali questi omettini di oggidì si dovrebbero solo inchinare.

      Like

      • Aggiungo che vedere Renzi, un uomo che non mi risulta abbia mai lavorato, con la camicia delle nostre forze armate mi fa davvero una brutta impressione.. pensando ai sardi che sono morti in battaglia, che hanno avuto la vita rovinata dalla Guerra, che sono stati costretti a fuggire, a morire in Russia e in Africa… davvero un grande un dolore.

        Come se si sputasse sul loro sangue e sul loro destino triste e tremendo ad un tempo.

        Like

  5. PS Andrea…
    I vari Civati e compagnia non hanno ragione quasi su nulla… ma non si cura una malattia con un male peggiore. E il renzismo è senz’altro peggiore perché non si scambia mai la passione politica con la furbizia e io – che comunista non sono mai stata – rispetto più un mignolo di Berlinguer che tutto l’apparato renziano furbastro.

    Che sia chiaro.

    Like

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: