Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Servizio Pubblico – Se il Minzolini gramsciano fa sorridere Cacciari e consegna “l’egemonia culturale” alla destra. E sul travaglico “conflitto di interessi” tra Berlusconi e il centrodestra.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Macché, macché! Travaglio lo sopravvaluta (nda: sopravvaluta Renzi)…. Questo signore non ha una strategia perché non è capace di averla… Renzi spara cazzate! Il suo grande alleato è la vigliaccheria congenita del sistema politico italiano! E che fai tu, Gruber? Sei diventata una sostenitrice di Renzi? Non ti riconosco più! Cosa pensi possa accadere a un paese come questo guidato da un Premier come questo? Cosa credi sia successo oggi per giustificare la lettera a Repubblica pubblicata senza critiche? Renzi avrà chiamato Calabresi e gli avrà ordinato: “Senti, c’ho una lettera… pubblicamela!”. Un giorno chiamerà Cairo e gli dirà: senti, questa Gruber mi sta sulle scatole, toglila!”.

Giampaolo Pansa, Otto e mezzo (La7), 11 febbraio 2016

Tratto dal Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu.

Per l’E-Book clicca qui.

Rina Brundu

Puntata con tanti pezzi da novanta l’ultima del santoriano Servizio Pubblico (La7): il conduttore non si è fatto mancare davvero nulla, neppure la “qualità” da tempi d’oro del talk-show politico. Così, in “un amabile” salotto riempito con tanti ospiti “belli” (vedi Augusto Minzolini (??), vedi Gianluigi Paragone, vedi Gianfranco Fini, vedi Marco Travaglio e in esterna Massimo Cacciari e Flavio Tosi), la discussione politica più nobile si è ripresa il centro della scena, come a dire che la classe non è acqua.

La prima “perla” degna di questo nome l’ha proposta proprio il forzista (evidentemente sdoganato dalla sinistra radical-chic) Minzolini, il quale usando “un termine gramsciano” (parole sue), ha ossimoricamente dichiarato che mercé il furto del programma politico che fu di Berlusconi da parte di Renzi, l’Italia vivrebbe un momento di “egemonia culturale” della destra….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

info@ipaziabooks.com

2 Comments on Servizio Pubblico – Se il Minzolini gramsciano fa sorridere Cacciari e consegna “l’egemonia culturale” alla destra. E sul travaglico “conflitto di interessi” tra Berlusconi e il centrodestra.

  1. sintesi precisa e assolutamente condivisibile. Gran parata di tromboni e…paraculi( francesismo)

    Like

    • Forse il fatto è, cara Ornella, che viviamo tempi digitali, dove non si ha grande rispetto per alcuna autorità, dove ci dà fastidio qualsiasi opinione, inclusa la nostra e quindi da qui al chiamarli “tromboni”, il passo è breve, anche se non s’intende alcuna mancanza di rispetto. Onestamente, amo quest’epoca libera come nessuna perché i maggiori danni li hanno fatti proprio i tempi degli azzeccagarbugli, dei professionisti della parola che non si aveva modo di confutare, di persone che hanno fatto professione del presenzialismo a spese dei tanti, senza peraltro avere le qualità per fare una differenza ma solo editori compiacenti dietro. Basti dire che nell’ultimo mezzo secolo l’Italia non ha prodotto una sola mente filosofica degna o un intellettuale il cui pensiero abbia davvero fatto una differenza appunto. Pensare che Machiavelli giocava a tric e trac e ha costruito una filosofia politica che resterà “unsurpassed” forse per sempre data la sua particolarissima natura. E ho detto tutto.

      Like

Comments are closed.

%d bloggers like this: