Advertisements
Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (79) – Ricorrenze to-remember: 21/02/2014, Matteo Renzi scioglie la riserva e “accetta” l’incarico di formare il suo primo governo. Riflessioni e considerazioni.

ROSEBUD TV – Angelo Branduardi – Alla Fiera dell’Est

AFORISMI MEMORABILI E ZIBALDONE


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

Attenzione la versione definitiva di questi testi uscirà solo dopo le elezioni politiche


Il caso diffamatorio su Wikipedia 

————————————————————————–

  • Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri, traditori, non è vittima, è complice (George Orwell). Clicca qui per leggere tutto
  • —————————————————-

Rina Brundu

Caro lettore, comprendo il tuo dilemma: ma se Matteo Renzi ha defenestrato Enrico Letta suo compagno di partito pur di avere la poltrona di Premier, perché si scrive che ha “accettato” di formare il “suo primo governo”? Certo, è una osservazione acuta, ma bisogna ricordare che il politichese ha le sue necessità, proprio come il verbo “accettare” ha molti significati….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

info@ipaziabooks.com