Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Di Bloggers e di Blogging – Dieci Regole

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

PERLE DI ROSEBUD – LISTA AGGIORNATA DEI DERETANI INAMOVIBILI

Resistere, resistere, amico mio, con un popolo di pecore la vittoria del lupo non potrà che essere questione di tempo.

(Clicca qui per conoscere tutti i deretani di cui sopra)

PERLE POLITICHE – SENILITÀ, OKAY, MA SE DOVESSI DIVENTARE RENZISTA…

…portarmi dal veterinario e sopprimermi subito, please!

(Clicca qui per leggere tutto)

Rina Brundu

untitledNel film Contagion (2011) di Steven Soderbergh, gli sceneggiatori fanno dire ad uno dei protagonisti principali, il dr Ian Sussman: “Blogging is not writing. It’s just graffiti with punctuation” (trad. Il blogging non è scrittura. Si tratta di disegnini con punteggiatura).

Concordo con questa definizione che fa equazione con il mio datato dire che la scrittura digitale è fondamentalmente figlia del suo mood. Che significa? Significa che non bisogna confondere i pensieri-sparsi che appuntiamo su un blog con una scrittura impegnata, meditata che per ovvie ragioni non può essere figlia dell’umore del momento.

Questo non vuol dire che il blogging sia facile. Di fatto per “bloggare” occorrono una molteplicità di skills: capacità di gestione di diverse applicazioni web, senso grafico, interessi multipli, prontezza di riflessi, capacità di riportare nero su bianco in maniera decentemente credibile e in cinque minuti idee o opinioni che altri “utenti” necessiterebbero di ore, quando non di giorni, per decifrare. E per spiegarle. Etc etc etc… più altri mille skills a seconda della tipologia di blog che si ha.

Le soddisfazioni del “blogger” standard sono poche in genere, ma basta farsi un giro in Rete per capire che dati bloggers sono artisti a tutto tondo, scrittori, giornalisti, fashion-writers, cuochi, esteti ed estetisti, e chi più ne ha più ne metta. Finanche poeti e filosofi. Dalla loro questi personaggi hanno la passione per ciò che fanno e l’invidiabile coscienza di essersi fatti da sé: non hanno nessuno da ringraziare se non il provider del template, Google e la loro arte.

Non mi sento un blogger – sia perché i miei siti sono sempre stati vere e proprie websites sia perché preferisco continuarmi a pensare “uno spirito che scrive” – ma  sono  tre anni circa che mi interesso, in maniera critica, anche di blogging e per molti versi ne sono affascinata. Un blog insegna tanto. Basandomi sul poco know-how accumulato fino a questo momento, butto giù dieci regole che riguardano i bloggers e le attività di blogging, o per meglio dire dieci regole che formulo guardando alla mia esperienza. Chissà!, magari hanno un senso e aiuteranno un giovane blogger alle prime armi come in passato le opinioni altrui hanno aiutato me. Fermo restando che… i problemi del mondo sono altri.

Enjoy!

Rina Brundu

Decalogo del Blogger1 – Il blog è tuo, espressione del tuo Essere, non permettere mai a nessuno (men che meno ai trolls) di modificarlo a loro immagine e somiglianza.

2 – Decidi la linea del tuo blog, la sua deontologia, e poi cerca di applicarla con costanza.

3 – Armati di pazienza, per creare un blog veramente valido, sotto una molteplicità di punti di vista, occorrono mesi, anzi, occorrono anni.

4 – Non strafare. Non confondere mai il blog col tuo lavoro (a meno che non lo sia davvero). Dedicati al blogging nel tempo libero.

5 – Non inseguire i followers o i likes, i followers vanno e vengono ma il tuo stile resta. Non offenderti quando un follower se ne va, non si può piacere a tutti e spesso non si piace a nessuno. Ad un tempo ci sarà sempre qualcuno disposto a darti fiducia.

6 – Non tentare di renderti simpatico, o di mostrarti diverso da come sei, tenta piuttosto di risultare credibile rispetto alle tue opinioni, convinzioni, qualunque esse siano: hanno la stessa dignità di tutte le altre!

7 – Visita i blog altrui, gli altri hanno sempre tanto da insegnarci e sovente sono più bravi.

8 – Non farti condizionare dalle classifiche (sono in genere pilotate), non mettere il carro davanti ai buoi, ma bada alla sostanza senza mai prenderti troppo sul serio. E senza arrenderti mai.

9 – Non farti scrupoli a bannare i trolls e in presenza di abuso non esitare a rivolgerti alla polizia postale: è lì per questo!

10 – Fai del tuo blog terra libera dove ognuno è il benvenuto anche e specialmente se la pensa diversamente da te. Difendi la tua identità e unicità.

ENGLISH VERSION HERE!!

Featured image, Rosebud collage.
Advertisements

info@ipaziabooks.com

18 Comments on Di Bloggers e di Blogging – Dieci Regole

  1. Non riesco quasi più a seguire i siti che amo, né tanto meno i blog altrui. Ma questo articolo l’ho trovato veramente interessante e ne conserverò i consigli. Grazie Rina!
    Buon tutto
    Danila

    Like

    • Ciao Danila, lieta di sentirti, spero tu stia bene. E in famiglia. Grazie del tuo commento. Penso che un giorno i blog saranno importanti, alcuni bisognerà conservarli, di fatto sarannno libri-in-progress che racconteranno vite in maniera davvero piena. Ne deriva che più vite altrui si conoscono meglio è, ma è pur vero che sovente siamo troppo impegnati, volenti o nolenti, a vivere la nostra. E come già detto… i problemi del mondo sono altri. Un saluto e un abbraccio.

      Like

  2. Reblogged this on squarcidisilenzio and commented:
    Condivido i dieci punti, il decimo il mio preferito.
    Quindi, siate tutti benvenuti nel mio blog!
    chiara

    Like

  3. Sicuro! Senza dimenticare che serve anche coraggio per raccontarsi, un animo insomma disposto a correre rischi… e a fregarsene. Non é immaturità ma coscienza della propria forza…. quando non è mera incoscienza come la mia s’intende!
    🙂
    ciao

    Like

  4. Di fare… di vivere… di respirare…
    ciao
    🙂

    Like

  5. Quoto tutti i punti, naturalmente!
    Ciao

    .marta

    Like

  6. Concordo con quanto hai scritto e trovo i dieci punti davvero illuminanti e di buon senso. Pina.

    Like

  7. Reblogged this on Affascinailtuocuore's Blog and commented:
    Mi ritrovo in questa analisi..e voi?

    Like

  8. Eppure con un click dove si può giungere… 🙂

    Like

  9. Praticamente i “Dieci Comandamenti” del blogger

    Like

1 Trackback / Pingback

  1. Non è detto che ci riesca ma… | Astrazioni e distrazioni

Comments are closed.

%d bloggers like this: