Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

AUGURI PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA! Gli auguri formato mignon di…

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

L’attacco sarebbe continuato, indefesso, senza esclusione di colpi almeno a leggere il rapporto Copasir a guida renzista, ovvero una ricerca sul campo tesa a scovare i “poteri forti” che tramano nell’ombra contro il renzismo, e finanziata in via amicale dalla Fiat-Chrysler e da qualche altra anima pia dei salotti buoni italiani intenerita dal viso dolce di Maria Elena Boschi che si interroga con i lacrimanti occhioni sbarrati: “Perché tanta acredine verso di noi? Che male può fare un governo che legifera ad personam, ad padrem, ad filium, ad spiritum santum, ad fidanzatum, ad rolexem, ad aziendam, ad bancam, ad lobbym?”.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

Sergio_MattarellaPietro Bondanini. Alcune Costituzioni dichiarano chi sono le persone e sanciscono quali sono le loro libertà; altre confondono le persone col popolo e sanciscono i doveri da osservare per riconoscere il diritto di essere liberi; altre, come la nostra, concedono i diritti alla sola classe dei lavoratori e, nel lavoro, individuano la fonte di ogni diritto; altre, infine, costituiscono comunità nelle quali l’individuo non ha altra scelta che quella di usufruire di ciò che gli viene concesso.

AUGURI PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA!

E’ giunto il tempo perché la Costituzione italiana sia ricostituita nel testo originario quale fu presentato all’Assemblea Costituente il 31 gennaio 1947.

La sua nomina parlamentare segni la fine di un compromesso storico mai sottoscritto dal Popolo italiano.
http://www.pibond.it/i_miei_blog/da_oltre_il_tempo/documenti/iv-parte_progetto-sociale/ferrara2.pdf

Featured image, Sergio Mattarella, source Wikipedia.
Advertisements

info@ipaziabooks.com

1 Comment on AUGURI PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA! Gli auguri formato mignon di…

  1. Dal link a questo mio pezzo, traaggo la parte finale per sottolineare la grande occasione che il nostro nuovo Presidente potrebbe offrire per assecondare una profonda e definitiva riforma della nostra Costituzione. Non dal Titolo 3, ma dai suoi Principi Fondamentali.
    Ringrazio Rina Brundu per la premura e per l’ottima titolazione del post.

    “Giovanni Demaria non è più tra noi per testimoniare, oltre all’impegno accademico, anche quello politico che lo accompagnò nei tempi di repubblica in fasce, nel presiedere, su proposta di Pietro Nenni, la Commissione economica per la formulazione degli aspetti economici della carta costituzionale. Non fu ascoltato. Ancora oggi trasecolo pensando che un cattolico come Giuseppe Dossetti si sia prestato a costruire un’endiadi, formata da individui considerati come popolo separato dagli italiani. Così, nella DC, ebbe origine la politica delle convergenze parallele, nel vano tentativo di riunire gli italiani in un sol popolo.
    • 28 giugno 1977. A Roma avvenne la stretta di mano tra il segretario comunista Enrico Berlinguer e il presidente democristiano Aldo Moro, i principali fautori dell’opera di riavvicinamento tra le rispettive (ed opposte) forze politiche, il Partito Comunista Italiano e la Democrazia Cristiana.
    • 16 marzo – 9 maggio 1976. Sequestro e uccisione di Aldo Moro, per opera delle Brigate rosse.
    • 23 febbraio 2006. Nella sede dell’Associazione Stampa Estera, a Roma, il sen. Marcello Pera, presidente del Senato della Repubblica Italiana, lanciò l’Appello per l’Occidente per “riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili” dove compaiono, con i promotori, quanti hanno a esso aderito.
    • Le elezioni politiche del 2006 ebbero uno strano esito, ma nel centro destra nacquero buone idee per riformare gli atti costitutivi dello stato al fine di riportare in primo piano la persona umana definendola come Cittadino che è il soggetto di diritti”.

    Like

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: