Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (62) – Sul teatrino politico-presidenziale: e se fosse tutta una questione di stile? Sullo stile “stellare” di Barack Obama e Alexis Tsipras.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Sono giorni di intensa attività per la macchina burocratico-politica italica: bisogna eleggere un presidente della Repubblica e bisogna tentar di farlo senza farsi ridere dietro a crepapelle. L’ordine di Matteo Renzi è imperativo e categorico: ce ne freghiamo dei mezzi che ci offre la Costituzione per garantire che il presidente eletto sia espressione libera della classe politica scelta dal popolo, trastulliamoci con le schede bianche durante le prime tre votazioni e poi alla quarta, quando basta la maggioranza assoluta dell’assemblea, puntiamo direttamente sul nostro asso: la democrazia sarà servita! In the meantime, keep your mouths shut!………..

 

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!