PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 10

L’angolo del neurone rincoglionito (9): L’ISOLA DEI FUMOSI ha abortito. Sentite grazie al tifone!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

untitleddi Rina Brundu. Una premessa importantissima. Mi è d’obbligo precisare infatti che in questa particolare occasione il neurone rincoglionito di cui al titolo È IL MIO. Non ci sono dubbi. È importante precisarlo perché altrimenti sarebbe troppo facile. Anche in una serata in cui non si sa come impiegare il tempo ci DEVE essere qualcos’altro da fare piuttosto che guardare dati programmi. Fortuna che la "fattura" del prodotto in questione è di quelle che se si resiste mezz’ora si è già degli eroi e io la tempra dell’eroe non l’ho mai avuta.

Com’é come non è questa sera mi sono sintonizzata su Canale 5. Subito ho visto una presentatrice con i capelli biondo grano maturo (più che altro giallo pennarello cinghiale di quanto eravamo bambini). Domanda: ma questo programma, in tempi antidiluviani, non lo conduceva Simona Ventura? In studio c’era invece la sempre presente Mara Venier impegnata in chiacchiere “saucy” col naufrago Rocco Siffredi. L’altro “padrone di casa” era il solito Alfonso Signorini che come di consueto si barcamena tra neuroni rincoglioniti e quegli altri che – a gran voce da dentro la sua materia grigia – gli assicurano che potrebbe avere altre frequentazioni.

l'angolo del nr rosebudLa foto di famiglia dei naufraghi impossibilitati a raggiungere l’isola era invece in linea con quelle delle precedenti edizioni del programma: ce ne fosse stato uno, tra quei fumosi… pardon, famosi, facile a riconoscersi! Solo dopo qualche inquadratura in più ho capito che una delle signore era Catherine Spaak e pareva essere sempre lei quella già desiderosa di lasciare. Altra domanda: ma perché si trovava colà in primo luogo? A convegno in quella sorta di baruffa chiozzota da mercato rionale esportata all’estero per l’occasione mediatica? Misteri.

Fortuna che a toglierci tutti dall’imbarazzo (era passato solo un quarto d’oro ma i miei pollici già prudevano sul telecomando), ci ha pensato il maltempo: impossibile trasportare i naufraghi sull’isola – ha annunciato la bionda presentatrice – il programma inizierà ufficialmente la prossima settimana!

Detto altrimenti: L’ISOLA DEI FUMOSI, alla maniera del celeberrimo starnuto di Totò, ha abortito. Sentite grazie al tifone!

Featured image, l’immenso Totò.

2 Comments on L’angolo del neurone rincoglionito (9): L’ISOLA DEI FUMOSI ha abortito. Sentite grazie al tifone!

  1. Di sicuro non ci sarò io a guardare la prossima volta: una coglionata al giorno è salutare, due è una sicura esagerazione. Ciao Gavino.

Comments are closed.