Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Dopo Charlie Hebdo, il filosofo Massimo Cacciari for President! – Il pensiero bignami.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

Massimo_Cacciari_(06_02_2012)Citazioni (aforismi?) random dalle diverse interviste pubblicate in Rete.

Dopo gli attacchi contro Charlie Hebdo:

  • Sarebbe un errore madornale additare nell’Islam il nemico, (sarebbe) il modo per moltiplicare gli jihadisti.
  • Bisogna impostare con l’islam un rapporto dialogico, confrontandosi sui comuni interessi, cosa che finora abbiamo dimostrato di non saper fare.
  • Bisogna fare in modo che ai fondamentalisti manchi la terra sotto ai piedi, appoggiando le tendenze democratiche in seno al mondo arabo.
  • Bisogna agire su tutti i piani: militare, certo, ma anche culturale e politico.
  • I fatti orrendi di Parigi dovrebbero imporre a tutti noi di ragionare alla grande, ma in questo clima sono in pochi a ragionare, soprattutto in Italia.
  • In Europa, per non dire dell’Italia, in questo momento c’è una deficienza paurosa di personale politico in grado di affrontare il problema.
  • Negli ultimi venti-trent’anni abbiamo vissuto tutti nell’illusione che la storia potesse in qualche modo cancellare la propria dimensione tragica.
  • Affontare il problema solo dal lato della semplice repressione non basta, non può bastare.
  • Gli eccessi della libertà di satira? Non si torna indietro, ma c’è una questione di coscienza da porsi.
  • La libertà d’espressione fa parte del nostro dna.
Featured image, Massimo Cacciari, italian philosopher, author Roberto Viccario, source Wikipedia, link.
Advertisements

5 Comments on Dopo Charlie Hebdo, il filosofo Massimo Cacciari for President! – Il pensiero bignami.

  1. Condivido tutto ma si tratta di sapere se in tutto l’Islam ci sua un interlocutore. Anzi due. Perchè ammesso di trovarlo, chi potrebbe essere il nostro?

  2. Il buon senso suggerisce questo. Ma il buon senso, che il buon Dio (di qualunque religione sia) ci ha fornito, dove è finito? Ritrovato, possiamo cominciare a ragionare sui punti di Cacciari

    • Il buon senso è anche quello che usa Cacciari, e a quanto vedo è apprezzato.

      Tuttavia non mi è chiaro se è apprezzato perché anche da noi è merce rara o perché é meglio se servito al popolo da persona credibile (o di nome?). Insomma… se le stesse cose le dice Tizio o Caio per strada non fa altrettanto cool, specialmente per i nostri grandi quotidiani votati al gossip vipparo.

      • Purtroppo il buon senso del comune cittadino passa inosservato. Per me il buon senso che usa Cacciari è tale e lo apprezzo. Non so in quanti sono della mia stessa opinione.

Comments are closed.