PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 10

Il mistero (cosmico) del tasto Cancellieri

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

BrieferHistorydi Rina Brundu. Viviamo un creato che pullula di misteri: dalla freccia del tempo all’ipotesi del multiverso; alcuni di questi criptici arcani sono probabilmente destinati a restare tali per sempre. Dobbiamo farcene una ragione, anche la scienza più spregiudicata ha i suoi limiti. Non sembrerebbe avere limiti però la capacità della politica italica di generare enigmi impossibili ad ogni curva: per esempio, perché il ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri non si è ancora dimesso?

L’unica risposta convincente che riesco a darmi è che così come il cosmo è il background ideale per un ispirato creatore in vena di stupire, l’Italia offre concime sostanziale per una seconda categoria di misteri, meno nobili e più umani. Citando Leonard Hofstadter impegnato a spiegare cosa portò il suo gruppo di nerd-migos a formarsi si potrebbe forse rispondere al fondamentale quesito dell’incipit con un’altra domanda retorica: “Perché gli atomi di carbonio formano un anello benzenico? Prossimità e… valence electrons”. Detto altrimenti, e portando la teorizzazione agli estremi, l’enigma è in realtà un esempio valido del Münchhausen-Trilemma e la sua soluzione potrebbe essere in definitiva circolare: il ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri non si dimette perché il ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri non si dimette.

Insomma, non vi è un risultato apprezzabile. L’unica possibilità per risolvere sarebbe cambiare il background geografico di cui sopra; un poco come pensare di costruire una navicella spaziale capace di fare viaggi inter-cosmici e quindi di farci approdare in un universo collassato dove il tempo non esiste, dunque neppure il suo mistero. Un task economicamente demanding in questi tempi di crisi quando non impossibile per le nostre attuali conoscenze tecniche. Proprio come è virtualmente impossibile cambiare una mentalità italica che dovunque si tocchi rivela le sue proprietà nepotistiche condite in salsa mecenatica sui generis come fossero una spirale di dna ben fissata dentro ciascuna delle cellule che formano il nostro tessuto vivo.

Come a dire che fino a quando non riusciremo a cambiare davvero pelle il ministro resterà sempre lì. È andata lei ce ne sarà un altro che sarà anch’egli/ella riflesso figlio/a della nostra vera essenza in un loop infinito che in comune con la freccia del tempo potrebbe avere forse una sola caratteristica: la sua apparente eternità.

Featured image, “A briefer history of time” (cover), un testo nel quale il grande Stephen Hawking si confronta con il mistero del tempo.