Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Pirandello fra “umorismo” e “comicità”

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Non vorrei che si stesse accortamente aggiustando il celeberrimo paradigma giornalistico di Alberto Arbasino, in virtù del quale «In Italia c’è un momento stregato in cui si passa dalla categoria di “brillante promessa” a quella di “solito stronzo”, laddove solo a pochi fortunati l’età concede di accedere alla dignità di “venerato maestro”». Insomma, non vorrei che nell’Italia renzista post-rivoluzione digitale si passasse troppo velocemente dalla categoria di brillante rottamatore a quella di venerato padre della Patria ignorando l’imprescindibile step di astuto e scaltro stratega.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

All’origine della visione del mondo di Pirandello c’è la crisi della filosofia positivistica e della società borghese ottocentesca che era alle radici della civiltà decadente.

Lo scrittore ne prende coscienza, giungendo alle conseguenze più estreme e rivelando al suo interno la “crisi della ragione”, mentre nella società ciò si identifica con la “crisi di tutta la realtà”.

Le sue convinzioni, in relazione con la sua poetica, evidenziano il contrasto tra ciò che appare, la forma, e ciò che è, cioè la vita.

La realtà, però, è inafferrabile, la vita è sempre in fieri e quindi la volontà esiste soltanto in ciascuno di noi.

Il paradosso del vivere era già emerso nel primo romanzo, L’Esclusa, del 1893, tramite l’incidenza del caso sulla vita e la lotta dell’individuo contro le convenzioni sociali che ne condizionano l’esistenza: la ribellione verso la forma, l’incomunicabilità, l’alienazione, la coscienza di una vita sospesa nel vuoto. Da qui la sconfitta che si palesa attraverso pazzia, suicidio e solitudine, sconfitta totale che travolge l’individuo, i miti e i valori tradizionali.

L’autore più complesso del Novecento nel “Saggio sull’umorismo” del 1908 parte dall’affermazione dell’ ”avvertimento del contrario” per spiegare le differenze fra comicità e umorismo. Egli ricorre all’esempio della vecchia “ritinta”, una signora anziana che, con trucco eccessivo e abiti non adeguati all’età, cerca di nascondere l’aspetto di persona fin troppo matura. Ciò suscita in noi inizialmente ilarità; in un secondo momento, però, se riusciamo ad avvertire il dramma della donna che spera, comportandosi così, di mantenere vivo l’interesse del marito, ingannandosi e nascondendo persino a se stessa la sofferenza della propria condizione, allora la derisione si trasforma in noi nel sentimento della pietà( da cui “sentimento del contrario”).

In questo  modo lo scrittore suscita l’umorismo, caratterizzato quindi dallo sdoppiamento delle sensazioni originate da sentimenti opposti.

Oggi “comico” è divenuto simbolo di ciò che fa nascere in noi una risata immediata, spontanea, priva di sovrasensi o cognizioni specifiche e profonde; “ umoristico” invece è ciò che suscita un sorriso che rivela riflessione, ponderatezza e spesso associazione di idee o concetti che vanno al di là della realtà concreta.

La figura di Pirandello, come quella di Svevo, nel panorama culturale del primo Novecento italiano è isolata: egli vive la crisi generale “dall’interno” e non è, come Pascoli o D’Annunzio, protagonista di tale difficile momento generale ma risulta scrittore di opposizione. Egli, infatti, forse ancor più dei Futuristi rappresenta quell’Avanguardia che, nel resto dell’Europa, con nomi diversi (dal Surrealismo all’Espressionismo) seppe esprimere l’angoscia dell’uomo moderno. E l’Avanguardia, nella civiltà decadente, rappresenta il filone più autentico, l’unico capace di conoscere il mondo circostante.

Ivana Vaccaroni.

Featured image Luigi Pirandello.

Advertisements

info@ipaziabooks.com

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: