Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Memorie di un asino qualunque: la campagna “Salviamo il vitalizio al compagno Fausto!” e “O Roma o morte!” (2)

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

di Benjamin.

Riassunto della puntata precedente: Convinto di essere stato richiamato a Roma dal Premier Mario Monti per essere nominato sottosegretario-tecnico nel nuovo governo, Enrichetto Sturtz, pastore tedesco, nonché meccanico in forza alla Fattoria Italia, fa punto di partire subito per la capitale in compagnia dei suoi amici più fidati: il berlusconico Gigino il topino, il protocomunista Ivano il Caimano e, qualora cambiasse idea sulla follia del progetto, lo stesso asinello filosofo Benjamin…

Fattoria Italia, un’altra mattina del tardo autunno 2011, ore 5:OO AM          

Una piazzola deserta spazzata da folate di vento fresco. Sotto la luce tremula di un lampione gigante alcuni animali litigano e discutono animatamente. Per terra, accanto a loro, sono posate diverse valigie. La strada è deserta, fatta eccezione per Benjamin che muove a trotto lento verso gli amici. Sulla sua groppa una sporta di provviste e un’altra colma di libri….

Ivano (urlante contro Gigino): No, il sedile davanti è il mio…

Gigino (di rimando, altrettanto avvilito): Scordatelo, il sedile è il mio! Un vero leader….

Benjamin (ironico): Non siamo ancora partiti e già litigate per le poltrone: ma come vi siete conciati?

Enrichetto: Guten Morgen Benjamin, sapefen che non mi afresti lasciaten solen in qwesto momenten fatidiken. Forse non ti piacciono unseren t-shirten?

Benjamin (leggendo sulla maglietta di Enrichetto): We German-sheperd dogs will fix it better?

Enrichetto: Marketing, Benjamin! Ma anche un klaren segnalen per dire che noi pastori tedeschen wir sind i cani più intelligenten, wir haben einen spiccaten sensen  tecniken und wir wissen ciò che facciamo. Dunque la fiducien del Premier sarà ben risposten: ubung macht den meister!

Benjamin: (lanciando solo una rapida occhiata alla delicata camicia in pizzo azzurro-cielo indossata con eleganza da Gigino il topino sulla quale leggevasi il motto “Meno male che Silvio c’è!” e fissando inorridito Ivano il Caimano) Salviamo il vitalizio al compagno Fausto???? Ancora con l’usata “campagna di sensibilizzazione”?

Ivano: Prestare la nostra forza lavoro, anche in politica, dietro compenso di salario è nel nostro destino di proletari. Finanche nel nostro diritto. Ogni comitato di affari della borghesia…

Enrichetto (sussurrando nell’orecchio di Benjamin): Fuole diren lo Staten…

Ivano: ….anche cessando di essere….

Enrichetto (sempre sussurrando): Alles klar… fuole diren… anche in casen di kaput… uhm defaulten economiken….

Ivano: Dovrebbe portare verso una società dove il libero sviluppo di ognuno è condizione necessaria per il libero sviluppo di tutti. Ma tutto questo non si potrebbe fare se non ci fosse l’impegno quotidiano di uomini come il compagno Fausto e senza….

Gigino: Senza gli schei, pirla!

Ivano: Taci, caporale asservito al padrone!

Gigino: Senti chi parla: comunista dei miei stival…

Enrichetto: Pasta, pasta voi due: rikordateven ke adessen siamen tutti nella stessen barken….

Benjamin: Che sta giusto per affondare…

Enrichetto (scorrendo i tomi che Benjamin porta sulla groppa): James Burnham, Jean Meynaud, “Heroes of the new revolution” von Hackers: sempre scettiken sulle possibilità di buona amministrazionen degli affaren di una nazionen da parte della teknica e dei teknocrati, Benjamin, eh?

Benjamin: Sicuro che rimango scettico, Enrichetto! Ma ho deciso di accompagnarti in questa tua folle avventura solo perché poi mi sono convinto che l’idea una gita fuori porta – perché alla fine di questo si tratterà – non era così male: ci siamo spaccati la schiena nei campi sotto il sole cocente per tutta l’estate, perché non distrarci un poco anche noi animali? E se così è voglio pure profittarne per leggere questi libri per cui non ho mai avuto troppo tempo in passato…

Enrichetto: Benjamin, il tuo scetticismen è umilianten. Karta kanta: MM ci aspetta! Roma ci aspetta!

Gigino: O Roma o morte!

Ivano (fa per riprendere le valigie e per andarsene): Che si dissolva lo Stato con tutti i suoi sporchi capitalisti, prima che io prenda posto a sedere in corriera accanto al peggiore tra loro!

Enrichetto: Ma Ivanen, fermaten…. Ivanen rikordaten il compromessen-storiken-bis che hai sottoskritten…  Rikordaten l’ekonomia del dono: “Da ciaskunen sekonden le sue Kapacità, a ciaskunen sekonden le sue necessità”.

Gigino (canterellando irriverente): Ecco perché, per fortuna Silviò c’è!

Benjamin: Uhm…. Gigino, c’era… Silvio, c’era!

Gigino: Semantica Benjamin, semantica!

Un beep-beep sordo e in lontananza compare una vecchia e scassatissima corriera che muove lenta verso di loro.

Enrichetto (supplicando Ivano): Ifanen arriva la corriera, Ifanen torna indietren…

Gigino: Mai con i capitalisti!

Benjamin: Francamente non ti capisco, Ivano….

Ivano (fermandosi): Cos’è che non capisci, compagno?

Benjamin: Sono giorni ormai che hai rotto le scatole a tutti in fattoria con questa campagna “Salviamo il vitalizio al compagno Fausto”. Una campagna che ti fa onore, non dico di no…

Ivano: Questo e altro per il mitico segretario di infinite battaglie…

Benjamin: D’accordo, ma, scusami, non vorrei che con questo massimalismo socialista…

Ivano: Non-violento…

Benjamin: Te lo concedo, non violento… ma, dicevo, non vorrei che ti stessi dando la zappa sulle zampe…

Ivano: In che senso, compagno?

Benjamin: Be’ se questa è la volta che lo Stato si dissolve davvero…

Enrichetto (maestrino): Fa il defaulten, Benjamin. Fa il defaulten di dice occidì….

Benjamin: Insomma, se lo Stato va in default chi pagherà anche l’unico vitalizio che, tanto cocciutamente, stai tentando di salvare?

Ivano (fermandosi di botto, lascia cadere le valigie a terra, tira fuori la bandiera del PCUS dono di battesimo della vecchia zia Ermengarda e comincia a sventolarla con rinnovata forza): Alla corriera, compagni: o Roma o morte!

Continua…..

Puntate precedenti:

Prima puntata – Il kompromessen storiken-bis e la kiamata di Monti.

All rights reserved RB – Nella foto Enrichetto Sturtz… pardon, fonte foto nell’articolo Wikipedia.

Advertisements

1 Comment on Memorie di un asino qualunque: la campagna “Salviamo il vitalizio al compagno Fausto!” e “O Roma o morte!” (2)

  1. Caso mai passasse di qui, naturalmente si scherza onorevole Bertinotti:) Noi l’amiamo moltissimo!

4 Trackbacks / Pingbacks

  1. Memorie di un asino qualunque: il compromesso storico-bis e la chiamata di Monti (1) | Rosebud - Giornalismo online
  2. Memorie di un asino qualunque: la telefonaten talla Cermania e la Marcia-su-Romen (terza puntata). | Rosebud - Giornalismo online
  3. Memorie di un asino qualunque: la grigliata di trote e il terùn vien di notte con le scarpe tutte rotte… (quarta puntata) | Rosebud - Giornalismo online
  4. Memorie di un asino qualunque: Karonten, italienischen kodarden, torna a borden, kakien! (quinta puntata) | Rosebud - Giornalismo online

Comments are closed.