PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne e Doppia difesa: io ci sono!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

di Rina Brundu. Non avevo mai avuto motivo per essere femminista. Pensavo che non ve ne fosse bisogno. A mio modo ero stata fortunata: prima avevo vissuto in quella Sardegna matriarcale che poco, anzi pochissimo, aveva negato alla mia dignità di donna e poi nell’Irlanda dei boom tecnologici e finanziari dove a contare erano soprattutto i neuroni che, di norma, non portano né i pantaloni né la gonna.

In famiglia dicevano che un uomo può anche andare anche a spaccare pietre ma una donna se non studia cosa farà? La nonna, donna di rara saggezza, governava la casa da par suo e mi aveva dato ad intendere che con la nostra metà della mela si deve avere sempre un rapporto paritario: mai tentare di scavalcarlo ma mai farsi mettere i piedi sopra. Di buono c’era che in quella Sardegna dei ricordi gli uomini rispettavano le donne e le donne capaci più delle altre.

Grande è stata dunque la mia sorpresa quando, durante la mia ultima visita in quell’isola tanto amata, ho trovato uno status-quo molto cambiato: in peggio! Di fatto ho scoperto, fatte salve le rare eccezioni, una quasi totale sottomissione dell’elemento femmineo verso quello maschile. La donna sarda di oggi, dimenticate le velleità matriarcali, soffre infatti dello stesso male della donna italica: ovvero, vive di riflesso. Esiste in quanto moglie, esiste in quanto madre, esiste in quanto zia ed esiste in quanto nonna: raramente esiste in quanto persona. In quanto essere dotato di uno spirito, finanche di un nome e di un cognome che si giustificano in se stessi.

Non ho certamente il coraggio (ma forse non mi serve neppure su questi lidi a loro modo più “fortunati”), che ha mostrato di recente la giovane blogger egiziana Aliaa Mahdy, la quale, sfidando il “regime” di casa e in casa, ha pubblicato sul suo blog una sua foto nuda, ma certamente non mi manca la forza per affermare pubblicamente che i tempi del machismo-per-partito preso (nel senso che non è stato mai concesso) sono finiti. Che nessuna donna dovrebbe subire un qualsiasi tipo di violenza in silenzio e sempre dovrebbe lottare con forza, e con ogni metodo che giudichi lecito (la non-violenza è sempre da preferirsi!), per affermare la sua dignità, la sua onestà intellettuale, il suo diritto ad esprimersi liberamente, il suo diritto ad inseguire i sogni ed i desideri del suo spirito.

In Rete come nella vita. Dico in Rete perché questi sono i tempi degli stalker virtuali, dei trolls, dei ladri di identità e di tutta una nuova tipologia di criminali anche abbastanza imbecilli per la verità che debbono essere combattuti con ogni mezzo. E combattuti con la stessa forza con cui combattevano le femministe di enne anni fa (proprio quelle che solo pochi anni orsono mi parevano figure ridondanti nel panorama della nostra storia recente!). Sicuramente con il loro stesso spirito goliardico, vivace, intelligente, ma anche determinato ad averla vinta. Di fatto quello “spirito” portato alla “lotta” e che io chiamo “sessantottino” nella sua natura, fa una differenza sostanziale quando si pensa che violenza sulle donne è anche costringerle ad una omologazione comportamentale e/o intellettuale pur di essere “accettate”.  Non a caso, come ho detto spesso, se l’aspirazione-a-diventare-veline è il sogno di un gruppetto di donne italiane, il machismo intellettuale è la stola di visone di tantissime altre…

Per questi e per infiniti altri motivi io sposo interamente e in maniera convinta la campagna Doppia Difesa di Michelle Hunziker e della signora Giulia Bongiorno e, pur nel suo piccolo, questo sito sarà sempre megafono per simili iniziative. O per dirla con la grande Alda Merini, ai pappagalli della peggior italica memoria opponiamo le “api furibonde”. Doppia Difesa: io ci sono!

Nella foto Alda Merini.

3 Comments on Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne e Doppia difesa: io ci sono!

  1. Solo donne oggi su Rosebud: Maria Teresa, Francesca, Rina… sperando di ospitare presto gli interventi di molte altre donne…. A very nice weekend to all!

    • vanessa cuccu // 26 November 2011 at 09:02 //

      condivido in parte….la bionda michelle è il simbolo della gallina e di quanto sia figo mostrare gambe ed altro….boh…comunque ognuno dice cio che crede…a presto

  2. Ho sempre sostenuto da uomo e da medico che il vostro doppi X; XX vale molto di più del nostro XY, specialmente quest’utlimo, la Y con la sua esile gambetta e quelle due corna sottili valgono meno di nulla. Il mondo sarà vostro, ereditatelo dai vostri cromosomi e guidatelo per bene perchè ne avete la forza e l’ingegno. Più di noi maschietti.
    Un uomo che vi ammira.
    Salvo

Comments are closed.