PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 10. Breaking News

Pianeta Calcio

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

Sulla cerimonia di premiazione dei Palloni d’Oro 2010 e sull’apparizione miracolosa di Cannavaro

Non so voi, ma io ho avuto la pessima idea di seguire la diretta della cerimonia di premiazione dei Palloni d’Oro 2010 via-web-tv! Per certi versi mi sono sentita come il capitano Kirk e il suo equipaggio di Star Trek quando teletrasportati dal geniale Scotty sulla superficie di un pianeta dalle dinamiche difficili da decifrare, finanche per i sofisticati circuiti del pur ottimo Comandante Data. No, questo non è un altro modo per confessare che sono rimasta ai tempi dei mitici Zoff, Gentile, Cabrini, Collovati, Scirea… ammetto però che un qualche fastidioso sentimento di estraneazione l’ho provato. Da spettatrice italiana dell’evento, si intende! Del resto, che lo guardavo a fare?

L’unico mio momento fortunato è stato quando mi sono persa la premiazione di José Mourinho e dunque immagino anche il suo discorso di ringraziamento. A sorpresa, il tecnico portoghese del Real Madrid ha, infatti, battuto Del Bosque l’attuale allenatore campione del mondo. Sarà stato il tocco-simpatico, o forse molto ha potuto il fatto che Mou, nel 2010, ha portato a casa scudetto, Coppa Italia e Champions League, verità vuole che il nuovo coach Pallone d’Oro sia proprio lui. Di più non saprei, misteri del calcio moderno! Di sicuro, ho seguito la premiazione del Pallone d’Oro femminile, ovvero di Marta Vieira Da Silva, per gli amici Marta, brasiliana, attaccante del Los Angeles Sol e della sua Nazionale.

Marta ha ringraziato in portoghese, un idioma che non pratico troppo. Ne deriva che non ci ho capito granché, ma quel tanto interpretato dai neuroni mi è bastato per intuire che la splendida professionista in questione non stava ringraziando, o ricordando, che dir si voglia, alcuno dei suoi mentori(?) nel Bel Paese. E poi è venuto il momento più atteso: la premiazione del pallone d’oro 2010 maschile. In lizza tre giocatori del Barcellona, allenati da Pep Guardiola: Lionel Messi, Andreas Iniesta e Xavi Hernandez.  Ha vinto l’argentino Messi che, a sua volta, ha sviscerato il suo sentito grazie nella lingua madre, lo spagnolo. Nel suo caso le parole-d’occasione mi giungevano più familiari all’orecchio, ma a che prò? Anche Messi non pareva memore di quanto il calcio tricolore avesse dato al calcio-tout-court in tempi neppure troppo lontani. Per certo, anche se lo era non ha commentato in merito.

Come non bastasse, ad immalinconire lo spirito-pallonaro-italico già avvilito di suo, ci si è messa pure una pessima connessione Internet! O forse era soltanto colpa di tutti quegli accessi multipli alla web-tv, sta di fatto che mentre scorrevano immagini di repertorio volte a ricordare ogni grande campione che, in passato, aveva vinto quel prezioso riconoscimento, il mio html si è incartato con la foto di un vecchio mito teutonico. Mi devono essere sfuggite quindi le immortali figurazioni di Omar Sivori (Pallone d’Oro italo-argentino 1961), di Gianni Rivera (Pallone d’Oro 1969) e di Paolo Rossi (Pallone d’Oro 1982) che molto avrebbero potuto per risollevare l’umore.

Il familiare ritratto di Fabio Cannavaro, Pallone d’Oro 2006, è comparso all’improvviso sulla dannata-pagina-web-recovered, alla stregua di una miracolosa apparizione in quel di Lourdes, quando già mi trovato in stato di acuta disperazione. Mah… allora – mi sono detta – su quello strano Pianeta-Calcio eravamo stati teletrasportati anche noi! In altre ere geologiche, d’accordo, ma c’eravamo stati pure noi! La scoperta non ha curato totalmente gli immondi patemi procurati dal fortissimo sentimento di estraniazione iniziale, ma è riuscita in qualche modo a lenire il dolore. Fino alla prossima partita della Nazionale!

Rina Brundu

11/01/2011

All rights reserved©

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Pianeta Calcio
  2. Notizie e Cronaca : Pianeta Calcio

Comments are closed.